i racconti erotici di desiderya

Anche io un pomeriggio di sesso......

Autore: Alto Volume
Giudizio:
Letture: 1682
Commenti: 7
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Voglio passare un pomeriggio di sesso sfrenato con mia moglie, approfittandone per mettere in atto un piano da lungo tempo studiato fin ai più dettagliati particolari.

Accendo tutte candele profumate nella camera da letto cosicchè, quando lei entrerà, inevitabilmente cadrà sulle ginocchia con la bocca aperta in un grande "O" di stupefatta e vogliosa meraviglia e dove io le infilerò il mio succoso cazzo.

Poi preparo corde e fruste con le quali la porterò alle soglie del paradiso dei sensi.

Preparo uno squisito pranzetto ed attendo trepidante il suo arrivo....

Appena entra mi dice: "Sta bruciando qualcosa? Che accidenti hai combinato?" ......poi si guarda intorno sospettosa e, vedendo la tavola apparecchiata subito si irrigidisce e, con la dolcezza di un sergente istruttore dei marines mi apostrofa "cosa devi farti perdonare?".....

Finalmente, dopo aver colto lo sguardo triste dei miei occhioni verdi, lei si rilassa, va in bagno ed io la seguo per farle capire che la desidero da impazzire. Lei mi chiude fuori dal bagno e mi ordina di allontanarmi, cosa che io ovviamente non faccio! La sento pisciare e ,ad occhi chiusi,

sogno di vedere la sua figa aperta e grondante.......una potente deflagrazione mi riporta, sgomento, alla realtà........

"Razza di maiala" le dico,subito pentendomi temendo che la sua certa ritorsione consista nel negarmi la figa per un quinquennio......

"T'avevo detto di andartene!" è la sua risposta,tra il serio ed il faceto...

Lei esce dal bagno e viene a tavola. Golosamente, guardandomi fisso negli occhi con fare da vera troia, lei mangia il risotto in busta che avevo preparato, seguito da due ricchi sofficini (per il vero erano sofficini con ustioni di terzo grado.....d'altronde non sono un cuoco!)

L'acqua gasata l'aveva completamente mandata su di giri e tutti i suoi freni inibitori erano completamente partiti......il lungo rutto che lei emise soddisfatta dai lauti manicaretti, mi confermò che era pronta per essere posseduta a lungo.........

La trascino in camera da letto e lei, vedendo le candele accese, si incazza e mi dice "ti sei fatto una puttana stamattina fin che ero al lavoro?"

Estasiato dalla sua voglia d'amore la sbatto sul letto con violenza e le abbasso le mutande, dopo averle strappato la gonna.

Mi tuffo avido sulla sua figa per baciarla,succhiarla,leccarla.........

...ma cazzo!.......era si andata al bagno,ma mica s'era lavata!!!!

l'odore non era dei più fragranti, il lieve sentore di baccalà in umido, mi lasciò inebetito e con la bocca amara.......

Decisi di farmi succhiare l'uccello e le posizionai la cappella sulla bocca.

Lei gira il volto, labbra strettamente serrate e bocca cucita come un mafioso sotto interrogatorio....

"No,no" dice lei "se me lo metti in bocca guarda che vomito"

In quel momento mi scoprii a pensare che forse il rapporto che ci univa si fondava più sulla stima reciproca che sull'amore.

Impazzito dal desiderio, le strappo tutti i vestiti. Lei si incazza perchè erano vestiti seminuovi, appena presi al mercatino dei cinesi....

Ora è tutta nuda, in mio pieno potere, e la infilzo come un'oca allo spiedo (o forse è meglio "come una porchetta allo spiedo"?) e pompo e spingo e monto e lei subisce e sbuffa e mi sposta perchè la schiacco coi miei 100 kili di uomo da un metro e novanta......

Il profumo delle candele è ubriacante, l'odore dei sofficini bruciacchiati, insinuatosi perfidamente in camera da letto, è stomachevole, l'odore di lei che non s'è lavata è potentemente corrosivo e soporifero.

Ma lo strofinamento meccanico della mia cappella dentro la sua figa ci porta ad un orgasmo reciproco e portentoso.

Mi accorgo della sua goduria dai capezzoli che lampeggiano nella penombra e dall'incessante fuoriuscita di liquidi dalla sua figa.

(solo dopo ho capito che,schiacciata dal mio peso e oppressa dalla troppa minerale gasata bevuta, lei mi aveva pisciato nel letto).

Finalmente mi tolgo da dentro di lei col cazzo ancora duro e pronto alla replica. Lei si alza e va al bagno. Chissà, penso, adesso si laverà la figa così dopo me la gusto bella fresca.

Gli inequivocabili rumori che giungono a ferirmi le orecchie, mi chiariscono invece che lei, tutta nuda sul letto poco dopo il pranzo, s'è presa del freddo al pancino ed il pancino ha reagito nell'unico modo a

lui conosciuto.

Bah, che vita di merda.

--------------------------------------------------------------------------------

I più attenti e curiosi si chiederanno : "che fine hanno fatto le corde e le fruste?"

State tranquilli miei cari cyberamici, amanti della letteratura erotica, coppie in cerca d'ispirazione o semplici onanisti segaioli.

Le conservo per voi.





giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Nico5666 Invia un messaggio
Postato in data: 29/02/2012 18:24:31
Giudizio personale:
non sai quanto ti sei avvicinato al mio menag mia moglie e anche peggio per fortuna ci sono le amiche

Autore: Richmond Invia un messaggio
Postato in data: 12/12/2009 14:34:15
Giudizio personale:
rozzo

Autore: Comply Invia un messaggio
Postato in data: 12/12/2009 12:30:16
Giudizio personale:
finalmente qualcosa di sarcastico azz..... sempre le solite storie alla fine la minestra riscaldata stanca, e qui finalmente e arrivato il digestivo.Bello ci e\' piaciuto un sacco

Autore: Luman Invia un messaggio
Postato in data: 12/12/2009 11:26:27
Giudizio personale:
sei un santo!

Autore: MaskioComasko Invia un messaggio
Postato in data: 12/01/2009 19:28:35
Giudizio personale:
Se tutto questo è vero .....che schifo!!!

Autore: Space2000 Invia un messaggio
Postato in data: 08/12/2007 08:24:31
Giudizio personale:
sei troppo forte

Autore: Cagliostrus Invia un messaggio
Postato in data: 08/12/2007 00:54:48
Giudizio personale:
Che comica! Mi hai fatto rotolare dalle risate... e... ne avevo proprio bisogno. Grazie di cuore.

Rileggi questo racconto Esprimi un giudizio su questo racconto Leggi gli altri racconti

Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Coadiuvanti
Kiss clitoris gel stimolante 30ml
Kiss clitoris gel stimolante 30ml
Se hai una ridotta sensibilita del clitoride o se ...
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Canottiera nubilato bianco
Canottiera nubilato bianco
Magliettina per festeggiare in allegria laddio al ...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
The naturals doppio
The naturals doppio
Vibro accoppiato per un simultaneo piacere vaginal...
[Scheda Prodotto]