i racconti erotici di desiderya

6^ email donna 2 dopo incontro


Giudizio: -
Letture: 479
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Arretro il sedile sul quale sono seduta e reclino al massimo lo schienale.Senza darmi il tempo di pensare abbasso i pantaloni e mi sfilo gli slip, aprendo poi le gambe in modo di esporre il mio sesso alla tua vista.Tu sollevi la mia gamba destra posandotela sulla spalla sinistra e con quel movimento ti chini appoggiando la bocca sul mio sesso.La tua lingua vorace si insinua tra le mie grandi labbra ed io serro le cosce attorno alla tua testa sollevando nel contempo il bacino.Alla lingua unisci una mano. Sento le tue dita frugarmi, penetrarmi, percorrere le mie grandi labbra. La tua lingua bollente mi sconvolge, mi sommerge con altissime ondate di piacere dalle quali riemergo sempre più prossima all’orgasmo.Un tuo dito, inumidito dai miei umori, si insinua nel mio ano lasciandomi momentaneamente senza fiato.Vengo… senza alcuna possibilità di resistere vengo, ancora trafitta dalla tua lingua e dal tuo dito.ti fermi aspettando che si plachi in me il terremoto dell’emozione.ti sento spostarti e la mia gamba è libera di riabbassarsi. Resto qualche istante ad occhi chiusi, assaporando ciò che ora desidero fare.Mi sporgo verso di te e Traffico con la chiusura dei tuoi jeans e, con il tuo aiuto, li faccio scendere sino alle caviglie.La stessa cosa faccio con i boxer e osservo il tuo pene bello, duro, desideroso della mia lingua e della mia bocca.Mi chino sul quel magnifico sesso e con la lingua sfioro il glande, percorro l’asta, soffermandomi un poco sui testicoli.Li succhio, strappandoti un gemito di piacere.Il tuo pene ha un buon sapore e la mia bocca si schiude per lasciarlo entrare mentre la mia lingua gioca con la tua virilità.Succhio il pene con voracità, ancora eccitatissima e desiderosa di te.Ogni volta che il pene entra nella mia bocca immagino che entri nella mia intimità e quindi aumento il ritmo, simulando con la bocca le contrazioni del mia vagina.sento tenderti, segno che sei prossimo a venire ed io aumento ancora il ritmo.Cerchi di sottrarti alla mia bocca ma con un gesto delle mani ti faccio capire che desidero il tuo seme nella mia bocca. Ti rilassi e dopo breve ecco sgorgare dal tuo sesso il fiotto di sperma che assaporo prima di ingoiare.Io resto immobile, godendomi gli schizzi via via più tenui che escono dal tuo pene che solo dopo molto tempo comincia a perdere il suo vigore.Restiamo sdraiati, ognuno sul proprio sedile, godendoci la tranquillità del luogo deserto. La tua mano torna ad accarezzarmi ed io, per favorirti,apro un po le gambe...Le tue mani prendono a percorrere le mie gambe, risalendo sino all’inguine ed in breve vedo il tuo pene risorgere a nuovo vigore. con la mano lo tocco, lo sfioro, lo accarezzo.Le tue mani si stringono attorno alle mie e le portano alla bocca. La tua lingua percorre l'indice ed uno ad uno ogni altro dito, riaccendendo in me un acuto desiderio.Mi sfilo il top che indosso liberando il seno che accarezzo, stringendo tra le dita i capezzoli eretti.Tu, guardi le mie mani strette sui miei capezzoli e dal tuo sguardo capisco che mi desideri. Mi accomodo su di te,il tuo pene trova facilmente l’ingresso alla mia intimità ed io mi lascio andare godendo della tua forte penetrazione.Ormai è tutto dentro di me e le tue mani si stringono sul mio seno, avvolgendomi in un sensualissimo abbraccio.Inizio a muovermi su di te per sentirne la prepotente eccitazione. E’ bellissimo!Facendo leva sulle gambe comincio a sollevarmi e a riabbassarmi su di te, cavalcandoti con infinita dolcezza.Il tuo pene è bollente e data la mia posizione, con le ginocchia serrate, mi riempie completamente.I movimenti si fanno più veloci, quasi selvaggi ed io vengo nuovamente, serrando le mani sul sedile. Anche tu sei in procinto di venire ed ancora una volta, uscendo per metà dall’abitacolo, mi chino per ricevere il tuo seme in bocca.Resto li, nuda, accoccolata fuori dall’abitacolo con il capo proteso all’interno per riuscire a succhiare il tuo pene fantastico. Non posso credere ai miei occhi!sei appena venuto per la seconda volta ed è nuovamente duro e pronto per farmi godere nuovamente!Ti Prendo per mano e ti faccio uscire dall’abitacolo.Mi chino sul cofano, appoggiandoci entrambi i gomiti, protendendo i glutei all’indietro.Voglio che l’invito sia chiaro!Restando chinata, porto le mani ai glutei e li allargo, avvicinando le dita al buchetto come ad indicare la via.Raccogli l’invito e sento la tua lingua posarsi sul buchetto e leccarlo con passione.Mi appoggio nuovamente sui gomiti gustandomi quell’umido tocco.Non vedo l’ora di sentire la lingua sostituita dal suo poderoso pene.Vengo presto accontentata.Il tuo glande si appoggia al mio ano e con un colpo secco entra in me strappandomi un grido.Un forte dolore, cristallino, incandescente mi trafigge, presto sostituito dal piacere di essere posseduta così pienamente.Le tue mani sono appoggiate sui mie glutei e li tengono separati mentre il tuo sesso mi penetra sino a far cozzare violentemente il bacino contro le mie rotondità.Ogni colpo inferto dal tuo pene è una valanga di piacere, ogni tuo ritrarsi simile alla risacca che preannuncia una nuova ondata.Perdo la cognizione del tempo, conscia solo del tuo sesso nel mio ano.Ho gli occhi chiusi e sono concentrata solo sul suo fantastico, sublime, potente, magico cazzo.E vengo nuovamente, presa dalle vertigini raggiungo vette di piacere che nessuna parola può riuscire a descrivere. Nell’oscurità dei miei occhi chiusi vedo mille luci muoversi e rincorrersi e, in tutto ciò, il tuo pene immobile ma ancora ben piantato nel mio ano. Ti Sei fermato solo per farmi godere l’orgasmo ma ecco che ora riprendi a muoverti, sodomizzandomi con ancora maggiore forza, riportandomi in un attimo ad un’eccitazione che pensavo ormai di avere esaurita.Ti muovi convulsamente. Incredibile! vengo ancora una volta, imitata da te che scarichi il tuo seme dentro di me. Scivoli fuori di me regalandomi quell’ultima incredibile sensazione che solo chi ha provato il sesso anale può comprendere.Non sento più il mio corpo, credo di non essere nemmeno in grado di riassumere la posizione eretta.Finalmente riapro gli occhi ed aiutata da te mi rimetto in piedi voltandomi verso il tuo viso. Ti Regalo un caldo ed intensissimo bacio e risaliamo in macchina dove ci risistemiamo e ci rivestiamo.è STATA UNA GRANDISSIMA SCOPATA!!!!!!!!!!!!


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Webcam Dal Vivo!